FRUITS D’EAU (LAMPE BERGER): DESCRIZIONE DELLA FRAGRANZA E GUIDA ALLE PROFUMAZIONI


Prodotto in collaborazione con lo Store www.tempter.it

Per conoscerlo meglio vi invito caldamente a:

1) Leggere il post con la descrizione del negozio (che fa sempre tante promozioni ed iniziative convenienti), con dettagli sui prezzi e spedizione

2) Continuare a seguirmi per conoscere la recensione di queste fantastiche fragranze!

Dopo aver parlato nello scorso articolo del marchio in generale, oggi affrontiamo meglio il discorso delle profumazioni Lampe Berger, recensendo nello specifico quella da me testate, ovvero Fruits D’Eau.

La descrizione di questa profumazione è molto dettagliata, quasi da valere da sè come approfondita recensione: “Il nuovo Reve de Fruits di Lampe Berger è un’interpretazione delicata e luminosa dell’esotismo asiatico. Una leggerezza benefica e succosa che si apre su un cocktail di frutti croccanti ravvivato da note verdi e dal tocco delicato della pera. Il suo cuore è generoso e svela il lato lattato e assolato del frutto del drago, sottolineato da sfaccettature acquatiche e luminose dei frutti d’acqua associati al fiore di loto. Il fondo è caldo e si veste della dolcezza del muschio e della vaniglia.”.

IMG_6125.JPG
La fragranza testata: ottima!

Effettivamente parrebbe che ci sia davvero poco da aggiungere, ma io cercherò di fare del mio meglio per darvi qualche notizia in più.

Anzitutto cosa ho sentito dopo l’accensione?

  • In prima battuta di sicuro il profumo frizzante e agrumato del pompelmo. Mi è subito balzato al naso, quella sua nota fresca e frizzantina che è risultata piacevolmente energizzante.

    IMG_6131.JPG
    Lo stoppino Lampe Berger: ogni dettaglio è realizzato ed impacchettato con cura.
  • Poi è arrivato il sentore di frutti d’acqua; questo non è facile da descrivere e neppure io avevo bene in mente che profumo avrebbero potuto avere questi frutti particolari. Tuttavia, fin dai primi secondi, ho avvertito un intenso profumo dalle note acquatiche, non marine, proprio evidente. Questi frutti sono, assieme al frutto del dragone, il cuore della fragranza.
  • Legata al punto precedente sta, appunto, il frutto del dragone, o pitaya come dir vogliate. Il sito descrive questo frutto come “un frutto di differenti specie di cactus. Originari del Messico, questi cactus dall’aria di viti vergini, sono stati importati in Vietnam dai coloni francesi all’inizio del XIX secolo. I vietnamiti lo chiamano “frutto del drago” con riferimento alla pianta che lo produce, la quale si arrampica sui tronchi d’albero e i cui intrecci ricordano la forma sinuosa del corpo di un drago. Commestibile, per la consistenza e la presenza di piccoli semi neri somiglia al kiwi. Il suo sapore è dolce e fresco e lascia un leggero retrogusto di latte.

 

Il suo profumo, invece, è delicato, fresco e fruttato al tempo stesso; davvero un tesoro esotico di assaporare ad occhi chiusi.

  • Il muschio bianco, presente senza essere eccessivo, regala un fondo fresco alla fragranza.
  • I frutti esotici, il fiore di loto e le note verdi si percepiscono a tratti, tanto sono ben legate alla fragranze nel suo complesso.
  • La pera e la vaniglia non sono riuscito, invece, a percepirle.

 

Ma come avviene l’accensione e la diffusione del profumo?

Nulla è più esplicativo dei passi indicati chiaramente sul sito di Lampe Berger:

kjglgli

Per quanto riguarda invece intensità e durata posso dirvi che:

  • L’intensità è stata davvero ottima e, nel giro di pochi minuti, tutta la stanza profumava meravigliosamente.
  • In questo caso, se non doveste gradire i profumi troppo forti (anche se vi garantisco che la resa è diversa dai profumi provati in precedenza) potrete tagliare la vostra fragranza con il profumo neutro (che vedete anche nella foto poco sotto) ed il risultato sarà un profumo più delicato, a seconda del quantitativo di neutro con il quale diluirete la profumazione.
  • La durata dopo lo spegnimento è stata medio/alta.
IMG_6124.JPG
Il Neutro per diluire le fragranze e per lavare lo stoppino tra il cambio di profumazioni

In conclusione parliamo quindi di una fragranza tra il fresco ed il fruttato, piacevolmente rinfrescante e dalle note acquatiche.

Se avete gradito la “Pink Dragon Fruit” della Yankee Candle potete dare una chance anche a questa  Fruits D’Eau, stessa cosa se cercate un profumo discreto e sfruttabile praticamente in ogni momento dell’anno. Fidatevi, non rimarrete delusi!

Ci terrei, infine, a sottolineare come, indipendentemente dalla fragranza, il corpo stesso del profumo sia differente rispetto a quelli precedentemente provati con altri oli essenziali.

In questo caso il profumo è più leggero, non come intensità di profumo, ma come resa finale nell’ambiente: il profumo Lampe Berger vi apparirà più aereo rispetto ai profumi che avete provato fino ad oggi.

Voto finale: 9/10
 

NOTE DI TESTA: Pera, pompelmo, frutti esotici, note verdi

NOTE DI CUORE: Pitaya, frutti d’acqua, fiore di loto

NOTE DI FONDO: Vaniglia, muschio bianco

dragon-fruit-on-cactus.jpg

WWW.TEMPTER.IT

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “FRUITS D’EAU (LAMPE BERGER): DESCRIZIONE DELLA FRAGRANZA E GUIDA ALLE PROFUMAZIONI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...